Stivaletti 11355203VK O.X.S. Donna - 11355203VK Stivaletti elegante 783cc0

Stivaletti 11355203VK O.X.S. Donna - 11355203VK Stivaletti elegante 783cc0
X
Matteo Boni

RILEVATO GRAZIE AL SATELLITE GAIA DELL’ESA

Stivaletti 11355203VK O.X.S. Donna - 11355203VK Stivaletti elegante 783cc0

Una serie di nuovi studi ha identificato i residui di uno scontro tra galassie che ha visto coinvolta la nostra e una galassia più piccola tra otto e dieci miliardi di anni fa

Rappresentazione artistica dell’incontro tra la nostra galassia, la Via Lattea, e la più piccola galassia Sausage, avvenuto tra 8 e  10 miliardi di anni fa. La registrazione di questo antico incontro è ancora conservata nelle velocità e nella chimica delle stelle. Crediti: V. Belokurov (Cambridge, UK); Based on image by Eso/Juan Carlos Muñoz

Tra otto e dieci miliardi di anni fa non avreste voluto abitare in questa galassia, poiché la situazione sarebbe stata abbastanza caotica. Un gruppo internazionale di astronomi ha infatti scoperto che in quel periodo la Via Lattea si stava scontrando frontalmente con un’altra galassia, più piccola, che ha avuto la peggio, venendo fatta a pezzi dallo scontro. Lo schianto cosmico è stato comunque un evento determinante anche nella storia della Via Lattea, di cui ha ridisegnato la struttura, modellando sia il suo bulge -il nucleo interno- che l’alone esterno, secondo quanto descritto dagli astronomi in una serie di nuovi articoli, pubblicati su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, The Astrophysical Journal Letters e arXiv.org.

COMPOSIZIONE
Fibre tessili
  • DETTAGLI
    canvas, logo, tinta unita, stringhe, punta tonda, tacco squadrato, interno in tessuto, suola di gomma
  • MISURE
    Altezza del gambale 13 cm, Circonferenza gambale 25 cm, Altezza tacco 3,5 cm
  • L’antica galassia nana ha lasciato le sue stelle in moto su orbite molto lunghe e strette, che le portano molto vicine al centro della Via Lattea. «Questo è un segno rivelatore che la galassia nana entrò in un’orbita davvero eccentrica e il suo destino fu segnato», commenta Vasily Belokurov, coautore di molti degli studi insieme allo studente laureato GyuChul Myeong, entrambi dell’Università di Cambridge.

    Osservando la distribuzione delle velocità stellari nella Via Lattea, le stelle della galassia Sausage formano una caratteristica forma a salsiccia. Questa forma unica è causata dai forti movimenti radiali delle stelle. In questa immagine il Sole giace al centro dell’enorme nuvola di stelle, ma la distribuzione non include le stelle rallentate che effettuano un’inversione a U verso il centro della Galassia. Crediti: V. Belokurov (Cambridge, UK) e Gaia/Esa

    Gli studi sono stati resi possibili grazie ai dati del satellite Gaia dell’Esa, che sta mappando le stelle della nostra galassia e i loro moti. Osservando il percorso delle stelle provenienti dalla fusione galattica, l’antica galassia si è guadagnata il soprannome di Sausage galaxy (letteralmente, “galassia salsiccia”), poiché, come spiega Wyn Evans, dell’Università di Cambridge: «Abbiamo tracciato la velocità delle stelle, e la forma a salsiccia è saltata fuori. Quando la galassia più piccola si è disgregata, le sue stelle sono state disperse su orbite quasi circolari. Le stelle nella salsiccia sono ciò che rimane dell’ultima maggiore fusione della Via Lattea».

    La Via Lattea continua a scontrarsi con altre galassie, come la minuscola galassia nana del Sagittario. Tuttavia, la galassia Sausage era molto più massiccia delle altre. La sua massa totale tra gas, stelle e materia oscura era più di 10 miliardi di volte quella del nostro Sole. Quando si schiantò contro la giovane Via Lattea, la sua traiettoria penetrante causò molta confusione: il disco della Via Lattea fu probabilmente gonfiato o addirittura frammentato in seguito all’impatto e sarebbe poi dovuto ricrescere, mentre i detriti della nana si sparsero tutt’intorno alle parti interne della Via Lattea, creando il rigonfiamento al centro della galassia e l’alone stellare circostante.

    Le simulazioni numeriche della fusione galattica possono riprodurre queste caratteristiche, afferma Denis Erkal, dell’Università del Surrey, mentre le prove del rimodellamento avvenuto si trovano nei percorsi compiuti dalle stelle ereditate dalla galassia nana. «Le stelle di Sausage girano tutte circa alla stessa distanza dal centro della galassia», ricorda Alis Deason, dell’Università di Durham, compiendo vere e proprie inversioni a U che fanno sì che la densità nell’alone stellare della Via Lattea diminuisca drasticamente laddove le stelle invertono la direzione.

    Stivaletti Ebarrito Donna - 11396286KV eleganteStivaletti O.X.S. Uomo - 11497760PD elegante,Décolleté Cafènoir Donna - 11561734OM eleganteStivali Lo.White Donna - 11520682IU eleganteStivaletti Cavallini Donna - 11488292AN elegante,Stivaletti Red(V) Donna - 11012348XC elegante,Stringate Prada Donna - 11162352VG elegante,Sneakers Munich Uomo - 11553175UP elegante,Sneakers High Uomo - 11397495UJ eleganteDécolleté Guess Donna - 11500250ME elegante,Stivaletti Unlace Donna - 11285070DM elegante,Mocassino Brawn's Donna - 11529931SD elegante,Mocassino Dsquared2 Donna - 11535771EQ eleganteSneakers Bally Donna - 11461191JJ elegante,Sneakers Versace Uomo - 11476372CG elegante,Sneakers Munich Donna - 11193116QX elegante,Décolleté Capitini Donna - 11539136AO elegante,Stringate Baldinini Uomo - 11554903TI elegante,Stivaletti Cafènoir Donna - 11548803JU elegante,Décolleté Vicini Donna - 11511085AA elegante,Sneakers Tod's Uomo - 11415051FM elegante,Sneakers Hogan Donna - 11556625CD elegante,Sneakers Santoni Uomo - 11488187NK elegante,Stivaletti Marsèll Donna - 11481338MW eleganteSneakers Diesel Uomo - 44890776TF elegante,Sneakers Diesel Uomo - 11491384RH elegante,Décolleté Cartechini Donna - 11550152JO elegante,Stivaletti Kharisma Donna - 11454937UE elegante,Ballerine Schutz Donna - 11514923MF elegante,Sneakers Hogan Donna - 11396084NP elegante

    Gli studi hanno anche identificato nella galassia Sausage l’origine di almeno otto ammassi globulari; poiché in genere le piccole galassie non hanno propri ammassi globulari, questo indica che la galassia Sausage debba essere stata abbastanza grande. «Sebbene ci siano state molte nane satelliti precipitate sulla Via Lattea nel corso della sua evoluzione, questa era la più grande di tutte», conclude Sergey Koposov della Carnegie Mellon University, che ha studiato la cinematica delle stelle di Sausage e degli ammassi globulari in dettaglio.

    Leggi anche: Fusioni nella Via Lattea: le rivelano i dati di Gaia

    Per saperne di più:

    Categories AstronomiaNews
    Tags GaiaGalassiagalassia nanaVia Lattea
    Matteo Boni :Nato nel 1991, laureato in Fisica a Modena con una tesi sugli ammassi di galassie. Attualmente in Servizio Civile Nazionale per un progetto di didattica e divulgazione Inaf.
      Related Post
    1. Microbilance premiate a StartCup Lazio

      Mst (Microbalance Sensor Technologies) è la start-up innovativa guidata dall’Inaf e in collaborazione con il…

    2. Scienza a tutto tondo al Focus Live di Milano

      Annalisa Scarrone, cantante e fisica, Marco Malvaldi, scrittore e chimico, Salvatore Aranzulla, il re degli…

    3. Una figlia delle prime stelle nella Via Lattea

      Con 13.5 miliardi di età e un girovita da appena 0.14 masse solari, la minuscola…